Introduzione

Oligozoospermia

L'oligozoospermia, chiamata anche oligospermia, è la condizione in cui lo sperma maschile contiene un numero di spermatozoi più basso del normale. A parte alcuni casi, in cui è determinata da malattie più gravi che causano disturbi (sintomi) propri (per esempio squilibri ormonali gravi o tumori), l'oligozoospermia di per sé non dà sintomi, e passa facilmente inosservata. Poiché un ridotto numero di spermatozoi può determinare infertilità, ossia difficoltà a concepire, nella maggior parte dei casi l'oligozoospermia viene individuata nelle coppie che si rivolgono al medico perché non riescono ad avere figli.

Si stima che l'oligozoospermia sia causa o concausa almeno nel 30-50% dei casi di infertilità di coppia. Alcuni casi di oligozoospermia possono essere risolti rimuovendo le cause che l'hanno determinata o, se ciò non è possibile, ricorrendo a tecniche di fertilizzazione assistita.

Sintomi e diagnosi

La maggior parte dei casi di oligozoospermia non causa disturbi e viene scoperta in seguito a esami per la fertilità di coppia.

L'accertamento si effettua mediante l'esame della conta spermatica che consiste nell'analizzare in laboratorio un campione di sperma per valutare il numero di spermatozoi vitali per millilitro. Secondo i criteri dell'Organizzazione Mondiale della Sanità, si definisce oligozoospermia la condizione in cui, in una normale emissione di sperma (eiaculazione), la concentrazione degli spermatozoi è inferiore a 15 milioni per millilitro.

Questa condizione viene poi distinta in lieve, se il contenuto di spermatozoi è compreso tra 10 e 15 milioni per millilitro; media, per concentrazioni tra 5 e 10 milioni per millilitro, e grave per concentrazioni da 0 a 5 milioni per millilitro. Naturalmente, il rischio di infertilità è proporzionale alla gravità dell'oligozoospermia.

Quando lo sperma è del tutto privo di spermatozoi si parla di azoospermia. Questa condizione comporta sterilità, almeno per quanto riguarda il concepimento naturale e se non vengono posti gli opportuni rimedi.

In seguito all'accertamento (diagnosi) il medico potrà prescrivere ulteriori esami per cercare di stabilire la causa primaria della condizione, tra i quali l'ecografia dei testicoli, esami del sangue e delle urine.

Cause

L'oligozoospermia può derivare da un gran numero di cause differenti, distinte in patologiche e ambientali.

Tra le cause patologiche più frequenti sono incluse:

  • varicocele, ingrossamento delle vene dello scroto analogo alle vene varicose delle gambe
  • criptorchidismo, mancata discesa dei testicoli nello scroto nella prima infanzia. Può essere corretto chirurgicamente nel bambino: in questo modo vengono notevolmente ridotti i rischi di infertilità in età adulta
  • produzione di anticorpi contro i propri spermatozoi, da parte dell'organismo
  • squilibri ormonali, la produzione anomala di ormoni specifici da parte dell'ipotalamo, dell’ipofisi, della tiroide o dei testicoli stessi può influenzare la formazione degli spermatozoi. Particolarmente importante è l'ipogonadismo, ossia una ridotta produzione dell'ormone maschile testosterone
  • ostruzione dei tubuli seminiferi, può essere causata da operazioni chirurgiche precedenti, da traumi, dalla fibrosi cistica e da alcune malattie genetiche
  • malattie genetiche, in particolare la sindrome di Klinefelter
  • alcune infezioni, tra le quali la gonorrea e l'HIV, ma più spesso altre molto meno gravi, possono interferire con la produzione di spermatozoi o causare infiammazioni che bloccano il passaggio dello sperma attraverso i tubuli seminiferi. Nella maggior parte dei casi, se trattato rapidamente, il danno causato da infezioni viene risolto con le opportune cure

Tra le cause ambientali le più rilevanti sono:

  • esposizione ad alcune sostanze chimiche, contenute in particolare nei pesticidi
  • esposizione ad alcuni metalli pesanti, in particolare il piombo
  • consumo eccessivo di alcol e di droghe
  • fenomeni meccanici, che costringono, schiacciano o causano surriscaldamento protratto dei testicoli possono avere effetti negativi sulla produzione dello sperma. Tra questi, gli indumenti troppo stretti

Una parte dei casi di azoospermia, viene infine detta idiopatica: questo significa che non è possibile stabilirne le cause.

Terapia

Una parte dei casi di oligospermia può essere risolta eliminandone la causa: per esempio riducendo il consumo di alcol o di droghe. Il varicocele può essere trattato chirurgicamente, e in alcuni casi viene ripristinata la normale produzione di spermatozoi. Nel caso di infezioni, la terapia appropriata può risolvere il problema.

Se la produzione sufficiente di spermatozoi non può essere ripristinata da nessun cambiamento di abitudini di vita o terapia, e si desidera concepire, ci si può rivolgere a tecniche di fecondazione assistita. Ad esempio, in laboratorio è possibile eliminare gli spermatozoi non vitali e concentrarli. Lo sperma così trattato viene poi usato per fertilizzare direttamente la partner, oppure per fecondare i suoi ovuli in provetta (in vitro). Se gli spermatozoi sono estremamente rari, è possibile utilizzare una tecnica chiamata ICSI (intracytoplasmic cell injection), che consiste nell'iniettare un singolo spermatozoo direttamente all'interno dell’ovulo in provetta, utilizzando il microscopio e una sottilissima siringa di vetro. Nei casi in cui gli spermatozoi sono assenti nello sperma perché vengono trattenuti nel testicolo, è infine possibile prelevarli direttamente dal testicolo stesso e successivamente utilizzarli per l’ICSI.

Si stima che le tecniche di fertilizzazione assistita divenute disponibili negli ultimi decenni abbiano ormai reso risolvibili molti dei casi di infertilità maschile.

Prevenzione

La prevenzione dell'oligozoospermia prevede principalmente:

  • identificazione e trattamento rapido della mancata discesa dei testicoli nella prima infanzia
  • identificazione e trattamento tempestivo del varicocele
  • astensione dall’alcol, dal fumo e dalle droghe
  • non praticare sport o attività che traumatizzano i testicoli, in modo eccessivo
  • non usare indumenti che stringono la zona dei testicoli

Infine, uno stile di vita sano, che prevede un'alimentazione equilibrata e un'attività fisica costante e moderata, contribuisce a prevenire questa come molte altre malattie.

Bibliografia

NHS. Low sperm count (Inglese)

Mayo Clinic. Low sperm count (Inglese)

McLachlan RI. Approach to the Patient With Oligozoospermia. The Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism. 2013, 98(3): 873-880

Barak S, Baker HWG. Clinical Management of Male Infertility. [Updated 2016 Feb 5]. In: Feingold KR, Anawalt B, Boyce A, et al., editors. Endotext [Internet]. South Dartmouth (MA): MDText.com, Inc.; 2000-

Prossimo aggiornamento: 04 Giugno 2022

1 1 1 1 1