Introduzione

ischemia

L'ischemia si verifica quando viene a mancare il necessario apporto di sangue (e conseguentemente di ossigeno) in organi o tessuti, come il cervello, il cuore, i polmoni, i reni, l'intestino e il midollo osseo.

L'ischemia può essere generalizzata, a causa di una circolazione insufficiente del sangue (in seguito ad una emorragia o un arresto cardiaco): in questo caso gli effetti si manifestano in tutti i tessuti, danneggiando maggiormente quelli che sono più sensibili alla riduzione dell'apporto di sangue e alla conseguente carenza d'ossigeno. Oppure, l'ischemia può essere locale, circoscritta a una parte dell'organismo: in questo caso può dipendere da varie cause come la compressione di vasi sanguigni, l'arteriosclerosi, la formazione di coaguli di sangue (trombosi) e l'embolia.

Le conseguenze dell'ischemia dipendono dalla durata del mancato apporto di sangue e dal tessuto interessato.

​In base alla durata esistono due tipologie di ischemia:

  • transitoria, si verifica quando l'afflusso di sangue si interrompe improvvisamente perché richiamato, in grande quantità, verso un'altra zona del corpo. Un esempio di ischemia transitoria è il così detto TIA (Transient Ischaemic Attack), dovuto ad uno scarso apporto di sangue al cervello e conseguente carenza di ossigeno, e si manifesta con disturbi improvvisi simili a quelli osservati nell'ictus. Tuttavia, a differenza di quest'ultimo i disturbi spesso durano solo pochi minuti o ore e si risolvono completamente entro le 24 ore. Altre tipologie transitorie sono l'angina pectoris, l'angina addominale e la vascolarizzazione da freddo
  • permanente, la mancanza di afflusso di sangue è prolungata nel tempo. In questi casi si possono verificare danni irreversibili ai tessuti fino ad arrivare alla loro morte (necrosi). Esempi sono: l'ischemia polmonare, intestinale, cerebrale, coronarica, cardiaca (infarto del miocardio) e l'ictus

Per quanto riguarda il tessuto interessato, la pelle (cute), i tessuti connettivi, le fibre nervose e muscolari sono abbastanza resistenti all'ischemia, mentre il tessuto nervoso (cervello, midollo spinale) è molto sensibile, ed è sufficiente una ischemia di breve durata per causare lesioni gravi nell'uomo.

Bibliografia

National Institutes of Health (NIH). National Cancer Institute. Dictionary of Cancer Terms. Ischemia (Inglese)

Humanitas Research Hospital. Ischemia cerebrale

Prossimo aggiornamento: 01 Luglio 2023

1 1 1 1 1