Introduzione

Allergia agli acari

L'allergia agli acari della polvere è una reazione del sistema immunitario provocata da piccoli insetti che vivono comunemente nella polvere domestica. I segni dell'allergia agli acari della polvere includono quelli comuni della febbre da fieno, come starnuti e naso che cola. Molte persone allergiche agli acari della polvere avvertono anche segni di asma, come respiro sibilante e difficoltà respiratorie.

Gli acari della polvere, parenti stretti di zecche e ragni, troppo piccoli per essere visti ad occhio nudo, si nutrono di cellule rilasciate dalla pelle e prosperano in ambienti caldi e umidi. Nella maggior parte delle case, articoli come biancheria da letto, divani e moquette offrono un ambiente ideale per la proliferazione degli acari della polvere.

È possibile ottenere il controllo dell'allergia agli acari della polvere sia adottando misure per ridurne il numero in casa che utilizzando farmaci o altri trattamenti per alleviare e gestire i sintomi.

Sintomi

I disturbi (sintomi) dell'allergia agli acari della polvere possono variare da lievi a gravi.

I sintomi associati a infiammazione delle vie nasali includono:

  • starnuti ripetuti e naso che cola (rinorrea)
  • ostruzione nasale (rinite)
  • prurito al naso, al palato o alla gola
  • prurito, arrossamento, lacrimazione, irritazione e gonfiore degli occhi (congiuntivite)
  • pressione e dolore facciale
  • tosse

I sintomi associati a asma e a difficoltà respiratorie includono:

  • oppressione toracica e dolore
  • respirazione difficoltosa, soprattutto durante uno sforzo fisico
  • respirazione sibilante, suono udibile durante l'espirazione
  • disturbi del sonno causati dalle difficoltà respiratorie

Alcuni disturbi (sintomi) di allergia agli acari della polvere, come naso che cola o starnuti, sono simili a quelli del comune raffreddore ma se i disturbi persistono per più di una settimana o diventano più evidenti in situazioni come la permanenza in ambienti non areati, potrebbe trattarsi di un'allergia.

In caso si sospetti un'allergia contattare il medico di base. Se le difficoltà respiratorie peggiorano rapidamente recarsi al pronto soccorso.

Cause

Le allergie si verificano quando il sistema immunitario reagisce a una sostanza estranea (polline, alimenti, muffe, peli di animali domestici o acari della polvere). Il sistema immunitario produce proteine ​​note come anticorpi che proteggono da agenti esterni (antigeni) che potrebbero causare malattie o infezioni. Nel caso delle allergie, il sistema immunitario produce un particolare tipo di anticorpi chiamati immunoglobuline E o IgE diretti contro un particolare antigene chiamato allergene che non è dannoso ma è identificato come tale dal sistema immunitario. Nel contatto con l'allergene, il sistema immunitario produce una risposta infiammatoria che, nel caso degli acari, è a carico delle vie respiratorie. L'esposizione regolare e prolungata all'allergene può causare un’infiammazione cronica che si associa all'asma.

L'allergia agli acari della polvere è causata dall'inalazione di una proteina presente nei "detriti" degli acari della polvere, come le loro feci e i loro corpi in decomposizione. Gli acari della polvere si nutrono di materia organica come le cellule rilasciate dalla pelle e assorbono acqua dall'umidità presente nell'atmosfera.

I seguenti fattori aumentano il rischio di sviluppare l'allergia agli acari della polvere:

  • avere una storia familiare di allergie: se diversi membri della famiglia hanno allergie è più probabile che si sviluppi una sensibilità agli acari della polvere
  • esposizione agli acari della polvere: essere esposti ad alti livelli di acari della polvere, specialmente all'inizio della vita, aumenta il rischio di allergia
  • età: la probabilità che si sviluppi un'allergia agli acari della polvere è maggiore durante l'infanzia o la prima età adulta

Diagnosi

Se i disturbi peggiorano durante la notte o durante le pulizie domestiche che sollevano in aria gli allergeni dell'acaro della polvere, si deve sospettare un'allergia agli acari della polvere. Se in casa vive un animale domestico, determinare la causa dell'allergia potrebbe essere più difficile, in particolare se l'animale dorme in camera da letto.

Il sospetto di un'allergia agli acari della polvere si può confermare in base ai sintomi e alla storia clinica della persona e dei suoi familiari (anamnesi), ma per definire meglio la diagnosi è necessario sottoporsi a una visita specialistica e ad alcuni esami:

  • visita allergologica: il medico esaminerà la mucosa nasale che, in caso di allergia respiratoria, sarà gonfia e apparirà di un colorito pallido o bluastro
  • test cutaneo (Prick test): in questo test, una goccia di estratti di allergeni purificati, incluso l'estratto degli acari della polvere, viene applicata con un apposito ago sulla pelle dell'avambraccio o della parte superiore della schiena. In caso di allergia a una delle sostanze testate dopo circa 15 minuti si osserverà, nel punto di inoculo, lo sviluppo di un pomfo rilevato, rosso e pruriginoso. Gli effetti collaterali scompaiono entro 30 minuti
  • esami del sangue: in alternativa o in aggiunta al Prick test, il medico può prescrivere un esame del sangue per lo screening di anticorpi specifici (IgE) che provocano allergie a vari allergeni comuni, inclusi gli acari della polvere e valutarne la presenza o meno

Terapia

Il primo trattamento per il controllo dell'allergia agli acari della polvere è quello di evitare il più possibile gli acari della polvere. Tuttavia, essendo impossibile eliminare completamente gli acari della polvere dal proprio ambiente si potrebbe anche aver bisogno di farmaci per controllare i disturbi (sintomi):

  • antistaminici, riducono la produzione da parte del sistema immunitario di una sostanza (istamina) che attiva la reazione allergica. Questi farmaci alleviano prurito, starnuti e naso che cola. Sono disponibili in compresse, sciroppi o spray nasali
  • corticosteroidi, somministrati come spray nasale, possono ridurre l'infiammazione e controllare i disturbi (sintomi). I corticosteroidi nasali forniscono una dose bassa di farmaco e possiedono un rischio minore di effetti collaterali rispetto ai corticosteroidi orali
  • decongestionanti spray nasali, possono aiutare a ridurre il gonfiore della mucosa e facilitare la respirazione ma per un uso superiore ai tre giorni consecutivi, potrebbero peggiorare la congestione nasale. Alcuni farmaci in compresse combinano un antistaminico con un decongestionante. I decongestionanti orali possono aumentare la pressione sanguigna e non dovrebbero essere assunti in caso di ipertensione, glaucoma o malattie cardiovascolari gravi. Negli uomini che soffrono di prostata ingrossata, il farmaco può peggiorare la condizione
  • antileucotrienici, bloccano l'azione di alcuni prodotti chimici del sistema immunitario. Questi farmaci si assumono per via orale e aiutano a ridurre i disturbi (sintomi) delle allergie. I possibili effetti collaterali includono infezione delle vie respiratorie superiori, mal di testa e febbre. Effetti collaterali meno comuni includono comportamenti o cambiamenti dell'umore come ansia o depressione

Altra possibilità è l'immunoterapia, trattamento desensibilizzante nei confronti di un allergene. La prima fase del trattamento prevede la somministrazione di dosi molto piccole e crescenti di allergene (in questo caso le proteine ​​dell'acaro della polvere che causano la reazione allergica) per una o due volte alla settimana e per un periodo da tre a sei mesi. La fase successiva, o di mantenimento, prevede l'assunzione del preparato ogni quattro settimane per 3-5 anni. L'immunoterapia è generalmente utilizzata quando i sintomi non sono controllabili con i farmaci o a scopo preventivo per evitare la progressione della allergia.

Prevenzione

Non importa quanto sia pulita la casa, gli acari della polvere non possono essere completamente eliminati. Tuttavia, il numero può essere ridotto procedendo come segue:

  • utilizzare un deumidificatore o un condizionatore d'aria per mantenere i livelli di umidità pari o inferiori al 50%
  • rivestire il materasso e i cuscini con fodere antipolvere adatte al contenimento degli acari
  • lavare tutte le lenzuola e le coperte una volta alla settimana in acqua calda a 50-60 gradi, per uccidere gli acari della polvere
  • sostituire i prodotti in lana o piuma con materiali sintetici
  • nelle camere da letto, i pavimenti dovrebbero essere facilmente lavabili, inoltre rimuovere tende di tessuto e poltrone, sedie o divani imbottiti
  • usare uno straccio umido per rimuovere la polvere. Non usare mai un panno asciutto perché solleva la polvere
  • utilizzare un’aspirapolvere con filtro HEPA
  • indossare una maschera durante le pulizie e uscire dalla stanza per consentire alla polvere e agli allergeni di depositarsi

Bibliografia

Mayo Clinic. Dust mite allergy (Inglese)

National Institute of Environmental Health Sciences (NIH). Dust Mites and Cockroaches (Inglese)

Prossimo aggiornamento: 01 Settembre 2022

1 1 1 1 1