Introduzione

MCHC - Concentrazione media dell'emoglobina corpuscolare (analisi cliniche)

MCHC (dall’inglese Mean Corpuscular Haemoglobin Concentration), Concentrazione media dell’emoglobina corpuscolare, è un indice che misura la quantità media di emoglobina (Hb) contenuta all'interno di un singolo globulo rosso in relazione alla sua dimensione.

Al microscopio i globuli rossi presentano la caratteristica colorazione rossa e una forma biconcava con una piccola zona al centro leggermente più chiara.

Quando il valore di MCHC è basso (ipocromia) rispetto al valore medio, significa che la quantità totale di emoglobina è bassa e, quindi, il globulo rosso mostra un’area più chiara molto più estesa del normale. Questa condizione si riscontra nell'anemia sideropenica (anemia da carenza di ferro) e nella talassemia.

Quando il valore di MCHC è alto (ipercromia) si osserva un accumulo anomalo di emoglobina all'interno dei globuli rossi che, di conseguenza, si presentano più scuri del normale, come avviene nella sferocitosi ereditaria o sferocitosi autoimmune.

MCV (volume medio delle cellule), MCH (emoglobina media delle cellule) e MCHC sono i cosiddetti indici corpuscolari e misurano rispettivamente il volume, il contenuto e la concentrazione media di emoglobina nei globuli rossi nel sangue. Tali parametri sono usati per diagnosticare o seguire nel tempo l’evoluzione di malattie che interessano il sangue e il midollo osseo.

Il test

L’esame che permette di stabilire il valore di MCHC è l'emocromo completo, un’analisi molto semplice che di solito viene eseguita durante i controlli periodici prescritti dal medico curante e si effettua sul prelievo di sangue venoso. L’analisi diviene indispensabile per identificare un particolare quadro clinico.

I livelli normali di MCHC, adottati dai laboratori di analisi, sono compresi tra il 32% e il 36%.

Livelli bassi o alti di MCHC, solo se associati ad altri e più specifici esami di laboratorio e/o strumentali, possono contribuire all’identificazione di varie condizioni, quali:

Oltre agli indici corpuscolari, è necessario considerare altri parametri come il conteggio dei globuli rossi (RBC) e l'ampiezza di distribuzione dei globuli rossi (RDW).

Risultati

Valori alti o bassi di MCHC rispetto ai valori normali possono indicare la presenza di diverse malattie. In particolare:

  • un valore alto di MCHC può suggerire:
    • sferocitosi autoimmune
    • sferocitosi ereditaria
    • emoglobinopatia C
    • conseguenze di ustioni gravi
  • un valore basso di MCHC può suggerire:

I valori normali di MCHC possono variare a seconda dei valori di riferimento adottati da ciascun laboratorio di analisi, per cui può non essere corretto confrontare i valori riportati da differenti laboratori.

È importante sottolineare che, in ogni caso, la lettura e interpretazione dei risultati deve essere eseguita dal medico di base ed, eventualmente, da uno specialista.

Bibliografia

Mayo Clinic. Iron deficiency anemia (Inglese)

Chaudhry HS, Kasarla MR. Microcytic Hypochromic Anemia. StatPearls [Internet]. 2021; August 26 (Inglese)

MedlinePlus. Hereditary spherocytosis (Inglese)

Prossimo aggiornamento: 17 Novembre 2023

1 1 1 1 1