Introduzione

Ansocromia

L'anisocromia è un'alterazione del globulo rosso (detto anche eritrocita), caratterizzata da una marcata variazione di colore, che può essere ridotto nell'ipocromia o più intenso nell'ipercromia.

Gli eritrociti, di solito, hanno una colorazione rosa scuro alla periferia e rosa pallido al centro dovuta all'emoglobina, una proteina di colore rosso la cui funzione è quella di trasportare ossigeno nel sangue. All'interno della sua struttura, l'emoglobina contiene un atomo di ferro che lega l'ossigeno trasportandolo nel sangue.

Nell'ipocromia, i globuli rossi hanno una colorazione molto più chiara rispetto al normale (si parla di globuli rossi ipocromici o anulociti) dovuta a una ridotta presenza di emoglobina e, quindi, anche a una bassa concentrazione di ferro con una conseguente riduzione dei livelli di ossigeno nel sangue.

L'ipocromia si riscontra più comunemente nell'anemia da carenza di ferro, nella talassemia, nelle malattie croniche (celiachia, infezioni, neoplasie etc.) e in caso di intossicazioni da metalli pesanti come, ad esempio, il piombo.

L'ipercromia, al contrario, è caratterizzata dalla presenza di eritrociti intensamente colorati (globuli rossi ipercromici) e da un aumento del contenuto di emoglobina, con scomparsa della tipica zona rosa pallido al centro del globulo rosso.

L'ipercromia è tipica di un gruppo di anemie, dette appunto anemie ipercromiche o anemie megaloblastiche, legate a carenze vitaminiche o alla somministrazione di alcuni farmaci.

L'anisocromia è un indicatore importante in ematologia per la diagnosi di alcune malattie e per la valutazione dello stato di salute della persona.

Il valore di HDW (dall'inglese Haemoglobin Distribution Width) fornisce una misura della distribuzione della concentrazione di emoglobina nei globuli rossi e, pertanto, è utilizzato come indicatore di anisocromia.

Bibliografia

Lynch E.C. Peripheral Blood Smear. In: Clinical Methods: The History, Physical, and Laboratory Examinations. Walker HK, Hall WD, Hurst JW, eds. 3rd edition. Boston: Butterworths, 1990

Ford J. Red blood cell morphology. International Journal of Laboratory Hematology. 2013; 35:351-357

Prossimo aggiornamento: 05 Novembre 2023

1 1 1 1 1