Introduzione

Amilasi

L'amilasi è una proteina che accelera le reazioni biologiche (enzima) ed è prodotta principalmente dal pancreas. Viene rilasciata dal pancreas nel tratto digestivo per aiutare a digerire lo zucchero di riserva delle piante (amido) che si trova nel cibo.

L'amilasi, di solito, è presente nel sangue in piccole quantità. Quando le cellule del pancreas sono danneggiate o il canale pancreatico è bloccato (da calcoli biliari o, raramente, da un tumore), la quantità di amilasi nel flusso sanguigno e nelle urine aumenta. L'amilasi, infatti, è eliminata dal corpo attraverso le urine.

La misurazione dell'amilasi è molto utile per verificare la corretta funzionalità del pancreas o accertare (diagnosticare) la presenza di infiammazione (pancreatite acuta) e di altre malattie dell'organo.

L'analisi dell'amilasi, seppur raramente, può anche essere utilizzata nell'accertamento e nel monitoraggio del tumore del pancreas, della colecisti e delle parotiti (malattia infettiva causata da un virus comunemente chiamata orecchioni).

La determinazione dell'amilasi nel sangue non fa parte delle semplici analisi di controllo (analisi di routine) e, di solito, è richiesta dal medico quando una persona mostra i disturbi tipici delle malattie del pancreas, come:

  • forti dolori addominali o alla schiena
  • gonfiore addominale
  • febbre
  • dimagrimento senza causa apparente
  • nausea
  • cattiva digestione

Insieme all'analisi per la misurazione del valore dell'amilasi nel sangue, può essere prescritta anche quella per rilevarne la quantità nelle urine.

Il test

L'amilasi si misura attraverso un esame del sangue e delle urine.

La misurazione della quantità di amilasi nel sangue prende il nome di amilasemia e viene effettuata prelevando una piccola quantità di sangue (campione) da una vena del braccio. Per l'esecuzione dell'esame non è necessaria alcuna specifica preparazione, né il digiuno.

L'analisi dell'amilasi nelle urine, detta amilasuria, si esegue su un campio­ne di urine che può essere prelevato in qualsiasi ora della giornata oppure sulle urine raccolte nelle 24 ore.

Le urine devono essere raccolte in un contenitore sterile e monouso che può essere acquistato in farmacia o richiesto direttamente al laboratorio presso il quale si intende far eseguire l'esame.

Risultati

Le quantità di amilasi possono essere significativamente aumentate in presenza di malattie che interessano il pancreas. Infatti, nella pancreatite (grave infiammazione del pancreas) le concentrazioni di amilasi sono di solito molto elevate, spesso 5-10 volte quelle normali. Aumentate quantità di amilasi possono anche indicare un tumore del pancreas, una malattia della cistifellea, la rottura della parete dello stomaco o dell'intestino (ulcera perforata), un blocco del tratto intestinale, una parotite (infiammazione delle ghiandole parotidi comunemente nota come “orecchioni”) o una gravidanza in cui l'ovulo fecondato si impianta in una sede diversa dall'utero (gravidanza ectopica o extrauterina).

L'aumento dell'amilasi nel sangue con l'amilasi urinaria normale, o bassa, può indicare la diminuzione della funzione renale o la presenza di macroamilasi (situazione in cui l'amilasi è legata ad altre proteine in un complesso che non riesce a passare attraverso il filtro renale, e si accumula nel sangue). Le concentrazioni elevate di amilasi dovute alla macroamilasi non sono indicatori di malattia.

Altre cosa da sapere

Nella pancreatite acuta, l'aumento dei livelli di amilasi è solitamente contemporaneo a quello di un altro enzima chiamato lipasi. Per accertare la pancreatite acuta possono essere richieste entrambe le analisi ma, di solito, l'esame più frequentemente prescritto è l'amilasi.

La pancreatite a lungo termine (cronica) è spesso legata all'alcolismo. Può anche essere causata da traumi al pancreas o associata ad anomalie genetiche come la fibrosi cistica.

Le concentrazioni di amilasi possono essere moderatamente elevate in caso di pancreatite cronica o possono essere diminuite quando le cellule che producono l'amilasi nel pancreas sono danneggiate o distrutte.

1 1 1 1 1