Non esiste una unica malattia chiamata “tumore”, infatti questo termine include centinaia di tipi diversi di malattia che si differenziano per cause, origine cellulare, esami diagnostici e terapie. Tutti i tumori hanno origine da una cellula del nostro corpo che, a seguito di molteplici mutazioni a livello del DNA, acquisisce dei comportamenti anomali come ad esempio la riproduzione autonoma e incontrollata e la capacità di invadere altri organi e tessuti (metastatizzazione) (2).
Ogni tipo di tumore richiede, quindi, un approccio personalizzato sia nella fase diagnostica che terapeutica, in cui si tenga conto della sua trattabilità, delle patologie associate e dello stato generale del paziente (3). Una malattia così complessa e dinamica deve essere seguita da un medico specializzato, che valuti caso per caso e che, sulla base delle linee guida adottate dalla comunità scientifica, proponga al paziente la terapia più appropriata.
Per prevenire e combattere tali patologie, attualmente, la medicina ha a disposizione diversi strumenti quali la sorveglianza attiva, la chirurgia, la radioterapia, la brachiterapia o radioterapia interna, la chemioterapia, la terapia ormonale, i farmaci biologici e l'immunoterapia. Spesso il percorso terapeutico è lungo e prevede un approccio multidisciplinare (4).

1. Eurostat 
2. Associazione Italiana di Oncologia Medica (AIOM) 
3. Manuale Merck. Disponibile sul sito: MSD 
4. Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC)