I prodotti del contadino sono più sicuri e genuini degli altri

I controlli che vengono effettuati lungo tutta la filiera alimentare, dai campi alla tavola, garantiscono che i prodotti commercializzati negli esercizi autorizzati alla vendita siano sicuri per la salute.

Additivi, coloranti e procedimenti industriali sono normati da Regolamenti europei atti a non far arrivare sulla nostra tavola prodotti nocivi per la salute.
Ad esempio, per quanto riguarda i prodotti di origine vegetale, al momento della messa in commercio essi non devono contenere livelli di fitosanitari (come pesticidi e antiparassitari) superiori ai limiti massimi consentiti dalla legge (1). Per garantire ciò, Carabinieri, Aziende Sanitarie Locali-ASL e Corpo Forestale dello Stato, sotto il coordinamento della Direzione Generale per l'Igiene e la Sicurezza degli Alimenti e la Nutrizione del Ministero della Salute, effettuano numerosi controlli: nel corso del 2012 sono state effettuate analisi su 5.934 campioni di prodotti ortofrutticoli (2). I prelievi vengono effettuati in centri di raccolta aziendale e cooperativi, mercati generali specializzati e non, depositi all'ingrosso, ipermercati e supermercati (3).
Questo sistema di controllo garantisce, per i prodotti che vengono acquistati negli esercizi regolarmente autorizzati (come supermercati, negozi alimentari e mercati specializzati e non), un elevato livello di qualità e di sicurezza per il consumatore.

1. Ministero della Salute. Residui prodotti fitosanitari in alimenti di origine vegetale 
2. Ministero della Salute. Controllo ufficiale sui residui di prodotti fitosanitari sugli alimenti

3. Ministero della Salute. Piano di controllo ufficiale