Introduzione

Sinusite

La sinusite è un disturbo comune causato da un’infiammazione, improvvisa (acuta) o persistente nel tempo (cronica), della mucosa che riveste i seni paranasali, cavità scavate all’interno delle ossa del cranio e del volto (intorno al naso e agli occhi) che comunicano, tramite stretti canali, con la parte interna del naso (Video).

In condizioni normali, le secrezioni prodotte dalla mucosa dei seni paranasali (muco) sfociano nelle cavità nasali. Quando si verifica un’infiammazione, però, i canali che le veicolano all’interno del naso si restringono e il muco si accumula nei seni paranasali.

La sinusite è spesso causata da un'infezione di natura virale (raffreddore, influenza) che normalmente migliora nell'arco di due o tre settimane. Tuttavia, il ristagno del muco può favorire la proliferazione dei batteri provenienti dal naso o dalla bocca (orofaringe); in questo caso a un’infezione virale si può sovrapporre un’infezione batterica.

La sinusite può comparire anche come conseguenza di una infiammazione allergica o può essere riconducibile a infezioni dei denti.

Sintomi

I disturbi (sintomi) che contraddistinguono la sinusite sono (Video):

  • naso chiuso (congestione nasale)
  • dolore o sensazione di pressione sul viso
  • mal di testa
  • febbre
  • lacrimazione eccessiva ed edema palpebrale
  • secrezioni nasali giallo-verdastre
  • mal di denti
  • riduzione o incapacità di percepire gli odori (anosmia)
  • alito cattivo (alitosi)

A questi sintomi possono associarsi un generale senso di affaticamento e debolezza.

I bambini con la sinusite possono essere nervosi e irritabili, respirare con la bocca, parlare con voce nasale, perdere l’appetito.

Quando i disturbi non durano più di 2-3 settimane, si parla di “sinusite acuta”, se si protraggono più a lungo (un paio di mesi e oltre) la sinusite è definita “cronica”.

Cause

La stragrande maggioranza delle sinusiti acute (che compaiono improvvisamente e rapidamente) ha inizio con un raffreddore prolungato causato da un virus che si diffonde nei seni paranasali. Solo in alcuni casi la sinusite è causata da un’infezione batterica che, generalmente, si sviluppa come complicazione di una precedente infezione virale. Raramente, un’infezione causata da funghi (fungina) o un’infezione ai denti possono essere la causa dell’infiammazione dei seni paranasali e procurare la sinusite.

La sinusite cronica (di lunga durata o permanente) è stata associata a:

I sintomi della sinusite cronica possono migliorare curando le malattie associate come le allergie e l'asma.

Diagnosi

Il medico potrà accertare (diagnosticare) la sinusite sulla base dei disturbi (sintomi) presenti ed esaminando l'interno delle cavità nasali. In caso di sinusiti gravi o ricorrenti, potrebbe essere necessaria una visita specialistica dall'otorinolaringoiatra per una ulteriore valutazione.

Terapia

Normalmente, una “sinusite acuta” che accompagna il comune raffreddore, causato da un’infezione virale, si risolve spontaneamente senza ricorrere a visite o a cure (terapie) mediche.

Misure di auto-medicazione

Se i disturbi (sintomi) provocati dalla sinusite sono lievi e durano da meno di una settimana, possono essere sufficienti misure di automedicazione per alleviarli, liberare il naso dal muco, ridurre il dolore e abbassare la febbre, se presente.

Per rimuovere il muco e liberare le cavità nasali, è essenziale effettuare più volte al giorno dei lavaggi nasali con soluzione salina.

Per ridurre l'ostruzione nasale si possono anche utilizzare decongestionanti e mucolitici. È, tuttavia, opportuno non usarli per più di una settimana poiché potrebbe verificarsi una congestione causata dal loro impiego (congestione di ritorno) oppure un effetto di dipendenza o assuefazione.

Per alleviare il dolore e ridurre la febbre, se presenti, possono essere assunti farmaci da banco ad azione antidolorifica e antinfiammatoria come, ad esempio, il paracetamolo e l'ibuprofene. È sempre consigliabile chiedere il parere del medico curante che conosce lo stato di salute generale dei suoi assistiti. Non somministrare l'aspirina ai bambini e ai ragazzi sotto i 16 anni di età.

L’applicazione d’impacchi caldi sul viso può aiutare a far diminuire il dolore e a favorire il drenaggio del muco dai seni nasali.

Terapie mediche

Nel caso di disturbi gravi, in assenza di miglioramenti dopo 7-10 giorni o nel caso di un aggravamento dei disturbi (sinusite cronica), è necessario consultare il medico che, qualora lo ritenga opportuno, potrebbe prescrivere una cura con antibiotici o con corticosteroidi (in spray, gocce nasali o aerosol) o antistaminici nel caso la sinusite sia di natura allergica (Video).

Gli antibiotici sono utili nel caso la sinusite sia causata da un’infezione batterica e devono essere presi solo dietro prescrizione del medico seguendo con attenzione le sue indicazioni in merito alla dose e alla durata della cura.

Chirurgia

Se le cure mediche non sono state sufficienti alla guarigione dalla malattia che, quindi, è divenuta cronica, potrebbe essere necessario sottoporsi a una visita specialistica otorinolaringoiatrica per valutare l’opportunità di una terapia chirurgica.

Bibliografia

NHS Choices. Sinusitis (sinus infection) (Inglese)

Mayo Clinic. Acute sinusitis (Inglese)

Mayo Clinic. Chronic sinusitis (Inglese)

Prossimo aggiornamento: 15 Dicembre 2023

1 1 1 1 1 Rating 2.71 (24 Votes)