Introduzione

Dolore alla mano

Il dolore alla mano può dipendere da varie cause, un nervo del braccio compresso o un disturbo come l’artrite. Se il dolore persiste anche stando a riposo e prendendo antidolorifici o se compaiono altri disturbi (sintomi) di cui non è chiara la causa, occorre rivolgersi al medico di famiglia per accertarne l’origine.

Le principali cause di dolore alla mano includono:

  • sindrome del tunnel carpale
  • artrite
  • cisti o ganglio
  • sindrome di De Quervain
  • dito o pollice ad artiglio
  • infiammazione del rivestimento del tendine (tenosinovite)

Sindrome del tunnel carpale

La Sindrome del tunnel carpale è relativamente frequente ed è dovuta alla compressione del nervo che controlla la sensibilità e il movimento della mano. Causa dolore, intorpidimento e formicolii alla mano e alle dita (specialmente al pollice, dito indice, dito medio e metà del dito anulare) che aumentano gradualmente, peggiorando durante la notte.
Qualche volta tali disturbi si attenuano spontaneamente; altre, è necessario intervenire con una steccatura del polso e con iniezioni di corticosteroidi. Non esistono prove di efficacia per i farmaci antinfiammatori non steroidei, come l’ibuprofene. L’intervento chirurgico (chirurgia di rilascio del tunnel carpale) è previsto in casi gravi, quando i disturbi (sintomi) durano più di sei mesi o altri trattamenti non hanno avuto effetto.

Artrite

L’artrite è un disturbo frequente che genera dolore e infiammazione di una articolazione.

Osteoartrite

L’osteoartrite è un tipo di artrite che interessa tre aree della mano:

  • la base del pollice
  • l’articolazione più vicina alla punta delle dita
  • l’articolazione mediana delle dita

Nell’osteoartrite le dita si irrigidiscono, diventano doloranti e gonfie e si possono formare dei rigonfiamenti sui punti di giuntura. Il dolore può ridursi col tempo fino a scomparire, anche se gonfiore e ingrossamento restano. Le dita con l’osteoartrite tendono a flettersi leggermente verso un lato e si possono formare cisti dolorose dietro le dita stesse. In certi casi, alla base del pollice, in corrispondenza dell’articolazione del polso, si può creare un bozzo così doloroso da non riuscire ad usare la mano per scrivere, aprire barattoli o girare le chiavi nella serratura. L’osteoartrite colpisce di frequente anche le articolazioni del ginocchio e dell’anca causando dolore.

Artrite reumatoide

L’artrite reumatoide è una malattia autoimmune che colpisce la mano e il polso. Si verifica quando il sistema di difesa dell’organismo (sistema immunitario), che normalmente contrasta le infezioni, attacca per sbaglio le cellule delle articolazioni facendo sì che si gonfino e diventino rigide e doloranti. Nell’artrite reumatoide alla mano, il dolore può essere insistente e, spesso, è più forte la mattina o dopo un periodo di inattività.

Cisti o ganglio

La cisti sinoviale, detta anche ganglio, è un rigonfiamento contenente del liquido che si sviluppa vicino all’articolazione o ad un tendine. Può avere dimensioni minime come quelle di un pisello, o diventare grande come una pallina da golf.

Si presenta come un bernoccolo liscio situato sottopelle, contenente un liquido gelatinoso (liquido sinoviale) che avvolge le articolazioni e i tendini per lubrificarli e ammortizzare i colpi durante il movimento. Le cisti si formano con prevalenza sui polsi, per lo più nella parte interna, sulle mani e sulle dita e, in genere, non producono dolore, a meno che si trovino vicino a un nervo.

Sindrome di De Quervain

La Sindrome di De Quervain è un disturbo che genera dolore e colpisce i tendini che corrono lungo un tunnel situato sul polso al lato del pollice. Il rivestimento del tendine, in questo caso, si gonfia e si ispessisce tanto da rendere molto doloroso muovere il pollice. Le cause di tale disturbo non sono note ma, non essendo associato a processi infiammatori, non si ritiene si tratti di un tipo di tendinite o di tenosinovite. In alcuni casi, se si abbandona il tipo di attività che lo ha scatenato, il disturbo termina spontaneamente dopo poche settimane. Una steccatura del polso o iniezioni di corticosteroidi possono farlo migliorare, mentre nei casi gravi può essere necessario un intervento chirurgico per allargare il tunnel attraverso cui passa il tendine.

Dito o pollice ad artiglio

Il dito, o il pollice, ad artiglio è una condizione che riguarda i tendini della mano. Consiste nel piegamento in avanti di un dito, verso il palmo della mano, che ostacola lo scorrimento dei tendini determinando il blocco del movimento delle dita. La causa precisa non è ancora nota. I disturbi che provoca sono costituiti da dolore, rigidità, comparsa di un rumore simile ad un click e di un piccolo bernoccolo nel palmo della mano, alla base di un dito o del pollice. Se si avvertono tali disturbi (sintomi), è consigliabile rivolgersi al medico di famiglia che, dopo aver esaminato la mano, se lo riterrà necessario potrà indicare la cura da seguire. In alcuni casi, tuttavia, i disturbi scompaiono spontaneamente.

Tenosinovite

Consiste nell’infiammazione dolorosa del rivestimento di un tendine della mano ma, raramente, interessa anche il polso e le dita. La causa non è nota, potrebbe dipendere da una serie di piccoli danni al tendine, da lesioni o stiramenti avvenuti in passato oppure da un’infezione o dall’artrite reumatoide. Per agevolare la guarigione, è importante tenere la mano ferma per far riposare il tendine. Il dolore e l’infiammazione, dopo aver consultato il proprio medico curante, possono essere attenuati applicando del caldo o del freddo sull’area interessata, facendo medicazioni a base di farmaci antinfiammatori non steroidei come l’ibuprofene o mediante iniezioni di corticosteroidi (farmaci a base di steroidi). La tenosinovite dovuta a un’infezione richiede una cura a base di antibiotici. Quando il funzionamento della mano è migliorato, per evitare che la tenosinovite possa ritornare, è consigliabile consultarsi con il medico per valutare l’opportunità di eseguire, sotto la guida di un fisioterapista, degli esercizi di rafforzamento dei muscoli situati vicino al tendine.

Frattura

Quando si verifica una frattura di un dito, o dell’osso del polso, la mano si gonfia e compare un dolore intenso. È necessario recarsi prima possibile presso un Pronto Soccorso.

1 1 1 1 1 Rating 3.00 (2 Votes)