Introduzione

Infezioni correlate all'assistenza

L'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) definisce "infezioni correlate all'assistenza" (ICA), le infezioni che si possono contrarre durante il ricovero in ospedale o la permanenza in una struttura sanitaria (ambulatori specialistici, strutture sanitarie a lunga degenza, strutture residenziali per anziani, ecc.) e che, al momento dell'ammissione, non si erano manifestate.

Tale definizione comprende anche le infezioni che si manifestano entro 48 ore dalla dimissione da una struttura sanitaria e le infezioni  del personale che lavora nelle  strutture sanitarie.

Queste infezioni possono diventare particolarmente gravi e mettere a rischio la salute. Soprattutto in caso di infezioni causate da batteri resistenti agli antibiotici che sono difficili da curare e spesso prolungano la permanenza in ospedale, fanno aumentare i costi ospedalieri e possono compromettere la guarigione.

Talvolta, le infezioni si trasmettono da persona a persona tra i pazienti ricoverati creando epidemie all'interno delle strutture sanitarie (ad esempio, infezioni ospedaliere)  che rendono ancora più difficile la loro risoluzione.

La prevenzione e il controllo delle ICA richiedono il rispetto rigoroso di norme igieniche di base come il lavaggio delle mani con disinfettanti prima e dopo il contatto con i pazienti e l'attuazione costante di interventi di gestione delle strutture, aggiornamenti formativi degli operatori sanitari, sorveglianza delle infezioni, contrasto al fenomeno dell'antimicrobico-resistenza attraverso l’uso consapevole dei farmaci, in particolare degli antibiotici e potenziamento  delle capacità di diagnostica microbiologica.

Bibliografia

World Health Organization (WHO). Strengthening infection prevention and control in primary care (Inglese)

European Centre for Disease Prevention and Control (ECDC). Healthcare-associated infections (Inglese)

Prossimo aggiornamento: 20 Dicembre 2024

1 1 1 1 1