È vero che le donne che decidono di vaccinarsi contro il COVID-19 durante l’allattamento devono sospenderlo?

No, le donne che allattano e che hanno deciso di vaccinarsi non devono interrompere l’allattamento perché andrebbero persi i ben documentati benefici per il neonato a fronte di rischi altamente improbabili in seguito alla vaccinazione COVID-19 della madre.

Posso fare il vaccino antinfluenzale se sono incinta?

L’influenza è un disturbo stagionale che interessa tra il 10 e il 20% della popolazione. Il vaccino antinfluenzale rappresenta un’ottima protezione preventiva, tuttavia le donne incinte sono scettiche nell'assumerlo.

Gli additivi contenuti nei vaccini sono tossici e possono provocare l’autismo? 

Gli additivi, presenti nei moderni vaccini, non sono tossici né causano l’autismo.

Solo in Italia sono obbligatori 10 vaccini? Non sono troppi? 

Alcune persone pensano che i 10 vaccini obbligatori per legge in Italia siano troppi rispetto al resto dell’Europa. No, non sono troppi e vi spieghiamo il perché.

I vaccini fanno bene solo a chi li produce?

I vaccini permettono di ottenere, oltre a enormi risultati per la salute collettiva, grossi risparmi in termini di ricoveri ospedalieri e di attività di diagnosi e cura. Ciò significa risparmi per il nostro Servizio sanitario nazionale-SSN e migliore stato di salute della popolazione (1).

Perché vaccinarsi se le malattie prevenibili con i vaccini sono scomparse?

Anche se alcune malattie infettive, che in passato rappresentavano la principale causa di mortalità tra i bambini, sono diventate oggi poco frequenti o rare in molti paesi grazie ai vaccini, gli agenti infettivi che le causano continuano a circolare. Non essere protetti dal vaccino espone, quindi, al rischio di contrarre quella malattia per la quale esiste la corrispondente profilassi vaccinale.(1).

I vaccini fanno venire l'autismo?

Nel 2013, l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) ha affermato che l’insorgenza dell’autismo dipende dall'associazione di diversi fattori, genetici e ambientali, ancora in parte sconosciuti e dimostrato ampiamente la mancanza di connessione con i vaccini (1-5).

I vaccini provocano effetti gravi anche a distanza di molti anni?

La rarità degli effetti collaterali dei vaccini è ormai, da tempo, un dato statisticamente accertato. I vaccini sono molto sicuri: gli effetti collaterali si verificano, di solito, entro pochi giorni e sono lievi e temporanei (ad esempio dolore al sito di somministrazione o lieve rialzo febbrile).