Se d'estate bevo alcol, mi disseto di più?

Non è vero che le bevande alcoliche dissetino. Al contrario, disidratano l’organismo.

Accade spesso che si pensi all’alcol come a una bevanda dissetante e fresca in grado di calmare la sete, specialmente nei giorni più caldi. L’estate è un periodo in cui già si perdono molti liquidi attraverso il sudore e l’esercizio fisico. Bere alcol priva il corpo di liquidi preziosi, proprio nel periodo in cui ne avrebbe più bisogno (1). L’alcol, infatti, agisce come diuretico ostacolando un ormone (ADH) che regola l’equilibrio dei fluidi e richiede una maggiore quantità di acqua per essere metabolizzato. Questo significa che assumendo alcolici aumenta l’espulsione di urine più di quanto si farebbe normalmente senza averli bevuti. Così il corpo, terminando le riserve idriche presenti, ha ancora più necessità di bere oltre ad aver perso molti nutrienti essenziali come vitamine e sali minerali (2).  Inoltre l’alcol, essendo un vasodilatatore, provoca nel fisico una maggiore sudorazione per espellere il calore prodotto dalla quantità e dalla gradazione alcolica della bevanda introdotta. L’assunzione di bevande alcoliche, soprattutto durante la stagione calda, è dunque da evitare per riuscire a mantenere una buona idratazione corporea. Per la salute e, specialmente in caso di sete, solo l’acqua è infatti effettivamente in grado di placare il senso di disidratazione.

1. Ministero della Salute. Consigli generali per affrontare il gran caldo senza rischi per la salute. Il decalogo del Ministero della Salute

2. Inenaga K, Ono K, Hitomi S, Kuroki A, Ujihara I. Thirst sensation and oral dryness following alcohol intake. The Japanese dental science review.  2017; 53(3): 78-85