Il gioco d'azzardo è un vizio?

Il disturbo da gioco d'azzardo non è un vizio, ma una malattia e in quanto tale può essere curata. Tale patologia, caratterizzata dall'incapacità di resistere all’impulso di giocare elevate somme di denaro, è un disturbo del comportamento che rientra nell'area delle cosiddette "dipendenze senza sostanza".

Il Disturbo da gioco d’azzardo è una patologia che produce effetti sulle relazioni sociali o sulla salute seriamente invalidanti. Il giocatore d'azzardo cerca in tutti i modi di procurarsi (a volte illecitamente) il denaro per giocare, alza sempre di più la posta, insegue le proprie perdite tentando di rifarsi e nega a sé e agli altri la sua condizione riuscendo anche a compromettere relazioni importanti e il lavoro.
L'insorgenza della malattia può essere facilitata da alcune situazioni come momenti di forte stress e solitudine, così come può capitare che la permanenza in sale da gioco avvicini il giocatore a altri comportamenti non salutari che inibiscono la capacità di autocontrollo (es. consumo eccessivo di alcol).
L’Istituto Superiore di Sanità (ISS) stima che in Italia oltre un terzo della cittadinanza, ovvero il 36,4% (circa 18.450.000 soggetti), ha praticato gioco d’azzardo almeno una volta nell’ultimo anno e di questi il 3% (circa 1.500.000 di individui) è un giocatore problematico (1).
La dipendenza da gioco d’azzardo si può curare ma è importante riconoscerne i segnali per poter intervenire. Spesso l’aiuto di familiari e amici è importante per supportare il giocatore affinché riconosca le proprie difficoltà e sia disponibile a ricevere aiuto.
Il Telefono Verde Nazionale per le problematiche legate al gioco d’azzardo - 800 558822 - è un servizio di counselling telefonico nazionale, anonimo e gratuito attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 10:00 alle ore 16:00 che può sostenere il giocatore o i familiari e indirizzarli verso servizi sul territorio (2).
I Centri specialistici per la cura del gioco d’azzardo propongono varie possibilità di trattamento: percorsi di psicoterapia (individuali e di gruppo), terapia farmacologica, gruppi di auto-aiuto e strutture residenziali apposite.
La rete di sostegno offre, inoltre, servizi non specialistici (come i gruppi di auto-aiuto) e i servizi specifici per gestire le problematiche socio-economiche e/o legali legate all’indebitamento (tra cui consulte antiusura, associazioni di consumatori).

1. Mastrobattista L, Minutillo A, Mortali C (Ed.). "Gioco d’azzardo in Italia: ricerca, formazione e informazione": risultati di un progetto integrato. Roma: Istituto Superiore di Sanità; 2019. (Rapporti ISTISAN 19/28)  
2. Istituto Superiore di Sanità (ISS). Centro nazionale dipendenze e doping. Telefono Verde Nazionale per le problematiche legate al gioco d'azzardo