Introduzione

Mitocondri

I mitocondri sono organelli (strutture delimitate da membrana) presenti all'interno delle cellule viventi, di dimensioni dell'ordine di grandezza dei micron (milionesimi di metro) e di forma variabile, da tubulare a puntiforme.

Sono conosciuti per essere le centraline energetiche delle cellule, poiché sono capaci di produrre grandi quantità di una molecola, chiamata ATP (adenosina tri-fosfato), che ha il ruolo di trasportare e fornire alle cellule l'energia necessaria per le loro funzioni.

Per fare ciò i mitocondri utilizzano l'energia presente nelle molecole che costituiscono gli alimenti (zuccheri, grassi, proteine) e la trasferiscono nelle molecole di ATP. L'ultima fase di questo processo utilizza l'ossigeno ed è detta fosforilazione ossidativa. Durante lo svolgimento di quest'ultima si possono formare dei composti, noti come radicali liberi dell'ossigeno che, se presenti in eccesso, possono causare danni ai costituenti delle cellule e, in particolare, ai mitocondri stessi in un processo noto come stress ossidativo. La cellula, però, è dotata di meccanismi che impediscono l'accumulo di radicali dell'ossigeno e permettono, da un lato, di sostituire i mitocondri danneggiati con altri nuovi, attraverso un meccanismo chiamato biogenesi mitocondriale; dall'altro, di disfarsi di quelli danneggiati con un processo denominato mitofagia, vale a dire digestione dei mitocondri degenerati.

La perdita della capacità di mantenere un corredo di mitocondri funzionanti è alla base della comparsa di una vasta gamma di malattie.

In particolare, l'invecchiamento dell'organismo va di pari passo con l'invecchiamento dei mitocondri. Anche per questa ragione un buono stile di vita, comprendente una alimentazione ricca di prodotti anti-ossidanti, accompagnata da un esercizio fisico regolare che contribuisca a mantenere una buona funzionalità mitocondriale, sono alla base di una vita sana e di una vecchiaia quanto possibile priva dei malanni dell'età avanzata.

1 1 1 1 1