Se uso gli assorbenti interni perdo la verginità!

Durante le mestruazioni l’uso dell’assorbente interno suscita spesso molti dubbi, specialmente nelle giovani donne che possono arrivare a pensare di poter perdere la verginità.

Inserire un “corpo estraneo” nel corpo genera, a volte, alcune infondate paure e false credenze come: “potrei non riuscire a toglierlo”, “potrei prendere delle infezioni”, “potrei avere delle perdite”, “non lo posso usare perché sono ancora vergine…”
È bene precisare che il delicato inserimento di un tampone di cotone e/o rayon nella cavità vaginale non equivale assolutamente alla penetrazione del pene nella vagina come avviene nel corso di un rapporto sessuale. L’assorbente interno, infatti, è più piccolo dell’organo maschile. In secondo luogo, l’imene (sottile ed elastica membrana, che circonda e chiude l’apertura della vagina) non è completamente chiuso, ma ha una piccola apertura attraverso cui passa il sangue mestruale e dove si posiziona spontaneamente l’assorbente interno.
Quindi, anche se si è ancora vergini, non esiste alcuna controindicazione nell’usare gli assorbenti interni.
Sarà comunque bene cambiarli di frequente e seguire con attenzione tutte le modalità di utilizzo consigliate.