Introduzione

Centraggio per radioterapia

Il centraggio o centratura è una procedura fondamentale che viene eseguita prima di iniziare il trattamento di radioterapia. Il centraggio consiste in un esame TAC, spesso senza mezzo di contrasto, che permette di individuare e fotografare in maniera molto precisa la posizione dell’area da trattare, degli organi sani da proteggere e, in generale, consente di avere tutti i dati per una corretta pianificazione del trattamento terapeutico.

Durante l’esecuzione della TAC di centraggio la persona deve restare immobile e assumere una posizione possibilmente confortevole. Durante le sedute di radioterapia, che di solito durano per alcune settimane, infatti, la persona dovrà assumere sempre la stessa posizione. Per questo motivo non possono essere utilizzate TAC eseguite precedentemente.

Poiché l’esatto posizionamento del corpo è determinante per la buona riuscita della terapia, in alcuni casi, sono utilizzati dei sistemi immobilizzanti, diversi in base alla parte del corpo interessata (ad esempio, maschera termoplastica per la testa, il viso o il collo, supporti per gli arti, cuscini che facilitano la tenuta della posizione) per aiutare la persona a mantenere la posizione corretta. Spesso vengono tatuati dei piccoli punti di riferimento nell’area da irradiare. Nel caso si tratti della testa, del viso o del collo i punti vengono disegnati sulla maschera termoplastica usata durante tutto il ciclo di radioterapia.

In generale, la fase descritta è anche chiamata fase di simulazione proprio perché simula le condizioni in cui poi avverrà il trattamento radioterapeutico. Il medico, sulla base dei dati derivanti dalla fase di simulazione, prepara la parte dosimetrica, vale a dire la valutazione delle dosi di radiazione da somministrare durante il trattamento di radioterapia per renderlo ottimale per ogni specifica persona, secondo le indicazioni cliniche fornite dal medico oncologo radioterapista.

L’esecuzione della TAC di centraggio dura, in genere, circa mezz’ora. Al termine il medico oncologo radioterapista individua la zona da irradiare (detta volume bersaglio) e quella da proteggere dalle radiazioni.

Prima di sottoporsi alla centratura non è necessaria alcuna preparazione, a meno che la TAC non venga effettuata con liquido di contrasto. In questo caso è necessario essere a digiuno.

A volte, per avere il riempimento di alcuni organi interni durante la fase di centratura e mantenerlo uguale anche durante la radioterapia, vengono date delle istruzioni specifiche. Ad esempio, potrebbe essere utile avere intestino e vescica in uno stato di riempimento controllato quando si devono trattare alcune aree vicine, come la prostata.

Una volta completata questa importante fase iniziale si può procedere con il trattamento di radioterapia.

Bibliografia

Mayo Clinic. Radiation therapy (Inglese) 

NHS. Radiotherapy. What happens (Inglese) 

Link approfondimento

Associazione Italiana per la Ricerca sul Cancro (AIRC). Radioterapia

Mayo Clinic. Radiation therapy treatment planning - Slide show (Inglese) 

eviQ. Understanding radiation therapy simulation and planning (Inglese) 

Ospedale Niguarda. Amici della Radioterapia. Cos'è la radioterapia

IRCCS Istituti Fisioterapici Ospitalieri (IFO) – Istituto Nazionale Tumori Regina Elena. Radioterapia oncologica

Prossimo aggiornamento: 26 Luglio 2024

1 1 1 1 1